Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
Ok
Sei in: Trovare casa a Bologna > Residenze > Residenze prenotabili > Regolarizzazione del contratto

Regolarizzazione del contratto

Non appena arrivati a Bologna è importante regolarizzare il contratto in quanto la prenotazione ha solo funzione di riservare il posto letto per non cederlo a nessun altro cliente.

Per regolarizzare il contratto è necessario:

1) essere in possesso di una copia di documento valido (passaporto o carta d’identità)

2) essere in possesso del codice fiscale: si tratta di un codice identificativo personale richiesto per i contratti di alloggio. E’ necessario non appena arrivati a Bologna recarsi presso l’UFFICIO DELLE ENTRATE in via Larga, 35 con BUS 14C (direzione PILASTRO – da Strada Maggiore) fermata “ENZO FERRARI”. In mancanza di questo codice il contratto non è valido.

3) firmare il contratto. Si suggerisce sempre di verificare che siano i contratti previsti dalla legge italiana  e di controllare che le condizioni e i termini definiti inizialmente prima della prenotazione nel frattempo non siano modificati. In caso di dubbi è possibile passare presso l’Ufficio SAIS per una consulenza. 

4) registrare il contratto quando necessario. In tal caso le spese di registrazione sono relative a:

a) imposta di registro pari al 2% del canone annuo che viene suddivisa ugualmente tra inquilino e proprietario;

b) bolli che sono interamente a carico dell'inquilino.

5) il pagamento dell’affitto mensile: l’ammontare dovuto al momento della stipula del contratto pari al prezzo stabilito per il posto letto.

6) Iscrizione alla Cooperativa Nuovo Mondo con il pagamento di una quota associativa pari a € 85 

7)  Contributo per la pulizia finale dell'alloggio pari a €50.

Vi suggeriamo di verificare sempre lo stato dell’appartamento e segnalare immediatamente eventuali anomalie, danni o guasti.

Cosa è il deposito cauzionale e a cosa serve?

Il deposito cauzionale (detto anche “caparra”)  è la somma chiesta all'inquilino a garanzia della copertura di eventuali danni provocati nella tenuta dello stato dell’abitazione e nell'osservanza delle obbligazioni contrattuali.

Importante! In caso di prenotazione on line, la somma suddetta viene richiesta a titolo di garanzia di impegno dell’inquilino nei confronti del proprietario per riservare il posto letto prima del suo arrivo a Bologna.

Se dopo l'arrivo si realizza che il posto letto non è di proprio gradimento il deposito non sarà restituito!

Questa somma non verrà corrisposta al momento della stipula del contratto e sarà garanzia durante l’intero rapporto di locazione a salvaguardia delle obbligazioni previste da contratto.
La “caparra” viene restituita per mezzo bonifico bancario / contanti /assegno (come stabilito dalle parti nel contratto) a decorrere dal termine della locazione salvo eventuali danni verificati e imputabili allo studente a seguito di controlli sullo stato dell’appartamento.

Il servizio SAIS può darti una mano…

Vi ricordiamo che il servizio SAIS effettua, come da accordi tra Fondazione CEUR e l’Università di Bologna,  servizi di guida ai contratti gratuita compresa l’ intermediazione linguistica tra studente e proprietario.